Bibliografia consigliata

 

 dall'autrice di Kaleidosnet - pag. 3

 

ANGOLI PER LO SPIRITO

L'armonia dovrebbe essere una regola mentale per tutti coloro che si avvicinano a materie esoteriche, sia per conoscerle, che per sperimentarle e ancor di più se desiderano farle diventare la propria professione, si debbono sentire investiti di una responsabilità che non elargisce loro esclusivamente diritti, ma li mette soprattutto nella condizione di assumere responsabilità che non possono trovare scuse nell'ignoranza e nell'arroganza di chi si sente investito di un mandato divino, esclusivamente in virtù di proprie idee preconcette.

Capire meglio questi meccanismi personali interiori ed esteriori è un dovere.

I segreti dell’Aura

di T. Lobsang Rampa

 

Editore Astrolabi0Questo volume tratta di filosofia esoterica, ma lo fa con una chiave molto interessante e l’autore stesso conduce il lettore, verso una nuova conoscenza, quasi tenendogli dolcemente la mano, senza forzare verso atti di fede inutili o coercitivi.

Così parlò Zarathustra

Friedrick Nietzsche

 

Adelphi editore

 

Su questo volume non posso e non voglio spendere alcuna parola, sarebbe insufficiente a renderne il valore.

Paramahansa Yogananda - editore Astrolabio

Autobiografia di uno Yogi

E’ la storia raccontata un po’ come un diario e un po’ come un romanzo, di un personaggio che ha fatto storia nel mondo esoterico e misterioso dell’India. Ma ha anche svolto un ruolo importante con il mondo occidentale, facendo da tramite fra le civiltà.  L’autore si racconta in modo semplice e chiaro, e non chiede atti di fede, non impone cambiamenti, ma si offre in modo da far comprendere la sua capacità di comprensione verso tutto ciò che appartiene all'universo, raccomandando addirittura al lettore di non cambiare, se non nel senso di migliorarsi personalmente.

 

L’Eterna ricerca dell’Uomo

Questo è un volume molto speciale, non rappresenta nessun tipo di storia, ma è scritto in una sequenza di massime ricche di contenuto filosofico e spirituale, come se l’autore stesse dialogando con l’anima universale.

Vi consiglio di leggerlo come se apriste una lettura di tipo religioso e medianico insieme. Infatti assolve benissimo ad una funzione quale quella dell’I-King.  Chi ha un dubbio, una perplessità ed è alla ricerca di un consiglio, non inquinato, privo di preconcetti e faziosità, può sottoporlo al libro. Basterà aprire una pagina a caso, mettere il proprio dito su una massima, sempre a caso e, come per “magia”, si potrà leggere il consiglio giusto.

LETTERATURA E SPIRITUALITA' DEGLI INDIANI D'AMERICA

E’ per me impossibile concepire una ricerca di tipo psicologico, parapsicologico ed astrologico, senza tenere conto della parte più intima; della sensibilità di tutti coloro che sono naturalmente portati verso queste tematiche e anche per gli altri che vi entrano per pura curiosità, secondo il mio parere esiste comunque un’affinità elettiva che arriva fino alle letture da dedicare all’anima.

Vi suggerisco i due prossimi libri sono facenti parte della letteratura degli indiani d’America.

 

E’ da ricordare che la scrittura è soltanto una delle loro ultime conquiste, prima di scrivere apprendevano e tramandavano la conoscenza a voce, ma quello che emerge, dalla lettura di questi libri è il modo poetico con il quale si esprimevano e l’intimità che dimostravano con lo spirito della natura.

Non muovevano un passo, non facevano un’azione, anche quella semplice riandare a caccia o di sedersi sulla riva di un fiume, senza ringraziare la natura per la generosità con cui elargiva i suoi doni e si inchinavano davanti alla vittima sacrificale, che serviva alla loro sopravvivenza.

E’ stupefacente scorrere queste semplici, ma importantissimi versi, che farebbero molto bene a noi uomini civilizzati, se riuscissimo a comprenderli e adottarli come filosofia di vita. Ne nascerebbe un miglior rispetto per tutto e tutti e noi ne saremmo i beneficiari.

Inoltre vi suggerisco queste letture per un fatto curioso che riguarda l’energia: in India l’energia vitale è chiamata Mana, gli indiani d’America chiamano il loro creatore Manitù e le popolazioni che vivono su alcune splendide isole dell’America centrale, hanno una relazione con “Mana” intesa come forza creatrice.

Non riesco a credere alle combinazioni, penso che un filo invisibile leghi gli essere viventi, lascio a voi giudicare se vi ho consigliato bene.

Sai che gli alberi parlano?

Amicizia con la Terra

entrambi sono di:

K. Recheis e G. Bydlinski – Edizioni Il punto d’Incontro

POESIA e POESIA

Sensitività ed arte sono affratellati da un comune denominatore: la sensibilità, che non può prescindere da questa forma espressiva.  Eccovi alcuni capolavori della poesia italiana e mondiale, ve li offro senza commenti, i loro nomi parlano da sé:

Ossi di seppia e   Satura - di Eugenio Montale  - Salvatore Quasimodo

Gitanjali e Il Giardiniere di Rabindranath Tagore - Omar Khayyan  - Jacques Prevert 

E per finire, almeno per ora, un volumetto che è una lunghissima lirica.

Nessun luogo è lontano -  di Richard Bach

Sono del parere che sia un vero capolavoro, anche figurato in modo esemplare.