KALEIDOSNET

 

DIVINAZIONI E...

I Naim - mantiche popolari

presentazione e tecniche

 

immagine decorativa raffigurante 4carte Sovietiche realizzate in Russia dalla fabbrica di statoVi voglio offrire un’altra angolazione del punto di vista dei significati insiti nelle carte da divinazione, partendo da un punto di osservazione meno elitario, ma certamente più carico di valenze inconsce. Vi offrirò la possibilità di leggere e interpretare le carte considerate oggi “popolari”.

Purtroppo questo termine possiede un sapore offensivo, ma come è noto a tutti, un certo snobismo è insito nell’animo degli uomini ed allora, ecco che per chi vuole veramente considerarsi un uomo libero e non avere paura del pensiero altrui, può avvicinarsi, senza timore di essere considerato “ignorante” se sceglie il mazzo di carte popolari.

Chiaramente nulla a che vedere con le complesse immagini iconografiche rappresentate negli arcani maggiori dei tarocchi. Il loro punto di forza risiede nelle istanze istintuali ed emozionali, di più immediata lettura, in quanto si collegano simultaneamente all’immagine archetipica che ridestano, infatti i loro simboli sono essenziali, meno complessi e raggiungono più facilmente il punto in cui incontrano e risvegliano, le fenomenologie addormentate nell’anima di ciascun uomo.

Certo i tarocchi hanno avuto una storia nobile e le carte popolari no, ma questo non significa che non sianoimmagine decorativa raffigurante 4 carte Russe di Gloriosa  di Grimaud France valide o meno interpretabili.

Il popolo, quasi tutto analfabeta, non era letterato e non possedeva castelli in cui ospitare artisti a cui dare il compito di abbellire la propria dimora e la propria vita, (gli artisti di corte, dovevano provvedere a ideare dei mazzi di carte che incontrassero i favori dei loro padroni, quindi hanno dovuto accettare modifiche strutturali sul loro gusto estetico, per concordarlo a quello di chi aveva commissionato il lavoro, non per forza attinente all'inconscio collettivo, ma per lo più alle mode dell’epoca) il popolo aveva soltanto la possibilità di cercare di sopravvivere e nel farlo, nonostante il grande e difficile sforzo a cui ha dovuto sottostare nei secoli, è riuscito a ricavarsi un angolino, in cui ha messo sulle carte i suoi sogni, i suoi timori e le sue aspirazioni.

Chiaramente le carte erano soltanto figurate e al massimo vi erano scritti dei numeri, ma questo, riesce a dare ancora più valore alla divinazione che è sopravvissuta nei secoli, persino all’inquisizione.

Ecco perché ho scelto di scrivere e pubblicare "Il manuale del perfetto cartomante" edito dall'Editoriale Albero, utilizzando le carte popolari, rivalutandone la profonda saggezza intrinseca e la facilità di utilizzo.

Un giorno, quando i tempi saranno maturi, vi racconterò la vera storia di queste carte, oggi accontentatevi di questa spiegazione e del nome che ho dato loro, definendole Naim, (nome derivato da una precisa zona orientale).

Le carte naim sono state strutturate su due concetti basilari, molto semplici, di facilissima individuazione ed interpretazione (i semi, i numeri e alcune carte figurate rappresentanti soltanto il fante la regina e il re)

Il mazzo classico delle 40 carte, considerate normali, la cui origine europea viene fatta risalire ai francesi, secondo le mie ricerche potrebbe anche provenire dall’Italia, ma anche dal nordest dell’Europa, là dove vi era l’impero austro-ungarico. Comunque queste sono solo sofismi, noi possiamo procedere a conoscerle meglio, secondo le spiegazioni che troverete nelle prossime pagine.

 

Metodo dell'utilizzo del mazzo di carte Naim

Anche in questo caso, come avrete già avuto modo di vedere con gli arcani maggiori, vi consiglio di provare a sperimentare con il semplice metodo che vi indicherò, di seguito, su tutte le domande che vorrete sottoporre alle carte.

Per farvi verificare meglio la funzionalità che vi sottopongo e per farvi capire che la semplicità spesso è molto più valida ed immediata delle sofisticazioni, vi suggerisco di porre la stessa domanda, nello stesso modo, ad entrambi i mazzi di carte.

Sarete voi stessi a decidere se le cose che riuscirete a sapere, sono valide o meno.

Nel caso delle carte naim, come vi ho già detto i numeri sono soltanto 10, quindi dovrete utilizzare il 9 come numero di riferimento per riportare tutto entro questo numero,seguendo la procedura indicata nella tabella.

Metodo statistico matematico e precognitivo

La procedura è semplice, ma precisa:

formulate una domanda, per cui desiderate ottenere una risposta,

scegliete spontaneamente 3 numeri, contenuti fra l’1 e il 100

scriveteli su un foglietto di carta e sommateli fra loro, fino a ridurli ad un massimo di 9, come dall’esempio seguente

Vorrei sapere se la persona che amo mi corrisponde......

Immaginiamo che abbiate scelto: 3, 17, 22

Fate la vostra somma:

3 + 17 + 22 = 42 -- 4 + 2 = 6

Prendete in mano il vostro mazzo di carte popolari, come quelle che avete trovato in questa sezione, mischiatelo per il numero di volte che avete ottenuto, cioè 6, poi tagliate in due il mazzo e da quello sottostante, scartate le prime 5 carte, andando a leggere la numero 6.

La carta che troverete vi darà la risposta, ma per averla dovrete usare il ragionamento infatti, ho voluto lasciarvi le carte unite fra loro, spiegandovi la differenza fra i semi. Voi potete decodificarla, in base al significato proiettivo, ma soprattutto alle vostre capacità precognitive.

Suddivisioni semi

Carte Naim dall'1 al 5 Carte Naim dal 6 al 10

Nell'ultima pagina di questa sezione troverete un esempio esplicativo che vi permetterà di chiarire ulteriormente i vostri dubbi

Indice divinazioni

HOME PAGE