Toro  

 

 

 

Estremamente sicura del suo fascino e delle sue arti amatorie, questa figlia di Venere, non spreca le sue energie in estenuanti rincorse, ma attende, così come fa il ragno con le sue prede, che il partner le caschi letteralmente fra le braccia, che richiuderà a morsa intorno a lui, ma soltanto dopo esserci sincerata, che vuole lei e lei soltanto.

Sensuale ed amante dei piaceri carnali, la donna Toro non ha bisogno di ricorrere a eccessive fantasie, bada più al concreto e all'atmosfera.  Ciononostante non disdegna di immaginarsi come un'odalisca bellissima, che gli uomini coprono di gioielli, facendo a gara per ottenere le sue grazie, ma sarà lei poi a scegliere il prediletto, che dopo il rapporto cercherà di mettere sottochiave, per "utilizzarlo" nuovamente, assumendo il ruolo del pascià, nonostante l'evidente femminilità di cui è dotata.

Vive il sesso e le sue delizie in piena libertà, dando sfogo alla sua carica erotica (chi ha amato una femmina Toro, sa che è notevole) abbandonandosi estenuata fra le braccia del partner, ma pretende che sia all'altezza del compito che l'attende e da animale lento qual'è, prende il rapporto alla lontana.  Ama i baci e le carezze stimolanti, dall'alluce del piede in su, offrendo zone erogene in abbondanza, riesce a raggiungere l'orgasmo anche più volte di seguito.

Fisicamente pulita bada all'igiene intima, senza indulgere nel superfluo e ricorrendo rarissimamente ai profumi, a meno che non siano quelli della carne, da cui è inebriata e di cui si appaga, prima, durante e dopo il rapporto sessuale.

Quando è trasgressiva può diventare crudele e fare letteralmente impazzire di desiderio il mal capitato, ma si stanca presto del gioco, perché in realtà vuole essere amata e soprattutto appagata, quindi se il partner non risponde alle sue aspettative, si indirizza verso altri lidi che le offrano più concretezza.

Indice come lei affronta il piacere

Home