Conoscere la Parapsicologia

 

La disciplina che si occupa dei fenomeni a cui anche C.G.Jung, ha fatto riferimento, è la parapsicologia, che è diventata attraverso un Congresso Internazionale realizzato ad Ultrecht in Olanda nel 1953, una materia di studio e di ricerca. Tale termine ha unificato e internazionalizzato il suo significato, affinché gli studiosi e i ricercatori di tutto il mondo avessero la possibilità di comprendersi e di condurre in proprio le ricerche seguendo una metodologia sistematica, che avesse la possibilità di avvicinarsi quanto più possibile ai metodi scientifici in uso.

I risultati ottenuti non sono certo paragonabili a quelli che la scienza pretende in ogni metodo che utilizza. In particolare questo si rivela impossibile per i fenomeni di tipo spontaneo.

Ma anche quando ci si trova di fronte a fenomeni di tipo sperimentale, questi non rispondono alla logica adottata in un asettico laboratorio scientifico, perché vi è sempre l’incidenza di varianti puramente soggettive, che partono dall’uomo, dall’ambiente, dai ricercatori, dal rapporto che con tutto ciò si sviluppa e dal tempo che è una variante soggettiva sul piano logico.

 

Nessuno è identico a se stesso, nemmeno rapportato all’attimo precedente o al seguente. Siamo in un continuo divenire, che si evolve incessantemente, diversificando tutto. Ecco a cosa si riferiva C.G.Jung, nelle sue elaborazioni teoriche, all’impossibilità di usare i parametri scientifici.

 

Probabilmente per arrivare a qualche conclusione, sarà necessario partire da altre aspettative e vivere la parapsicologia così come vengono vissute le discipline artistiche, la fantasia, l’ispirazione, l’emozionalità. Nessuno le nega, ma nemmeno pretende che si possano misurare scientificamente.

Anche la medicina non è scientifica, nonostante pretendano di farci credere che lo sia.

 

Un agente patogeno, sottoposto in laboratorio a uno stimolo di un agente antagonista, grazie all’asetticità dell’esperimento e dell’ambientazione, produce sempre gli stessi risultati, i quali possono essere ottenuti anche da diversi sperimentatori; a patto che le condizioni sperimentali restino identiche.

 

Portando sul piano umano lo stesso agente patogeno e sottoponendolo alla stessa azione antagonista, pur ottenendo dei risultati simili, questi non sono identici, ma mostreranno delle inevitabili varianti, che in taluni casi contraddicono il risultato che si cercava di ottenere Ciò non toglie valore, alla medicina, alla ricerca e al metodo curativo.

A questa logica rispondono i fenomeni paranormali e i sensitivi, e da questo punto di vista andrebbero valutati.

 

Definizione di parapsicologia

La parapsicologia è quella disciplina che si occupa di studiare, scoprire e sperimentare, con metodologie di tipo scientifico, utilizzando soprattutto il metodo statistico, tutte quelle manifestazioni definite paranormali, che non abbiano relazione con i 5 sensi noti, che non siano frutto di deduzioni logiche deduttive o induttive, che non siano il risultato di mezzi meccanici o trucchi e che sono in apparente contraddizione delle conoscenze scientifiche.

Il termine è composto da:

para, che significa vicino, affine a;

psiche, che fa riferimento all’anima, vista come inconscio e sede delle emozioni;

logos, che fa riferimento a molteplici significati che vanno dal luogo alla conoscenza, dal comprendere allo spiegare.

HOME PAGE